Branemark integration AB è una azienda di impianti dentali con sede in Goteborg, Svezia. L’Azienda fu fondata nel 2001 dal professor Branemark e dal dottor Branemark, sul principio originale che l’osteointegrazione fornisce i migliori vantaggi a lungo termine per il paziente  impiantato.  Con più di 40 anni di esperienza e di successi documentati, il design e i protocolli di lavoro fanno degli impianti Branemark i più scientificamente e clinicamente testati impianti del mondo.
Branemark Integration AB ha tre concetti di base: 
Sicurezza: costruita intorno alle procedure e ai prodotti, e basata su molti anni di esperienza.
Affidabilità: consente ai clinici di effettuare prognosi con fiducia, caso dopo caso.
Innovazione: basata su prove scientificamente documentate.
“ In ogni cosa che facciamo, intendiamo conciliare l’innovazione con la cautela, per un beneficio a lungo termine del paziente.”
Il professor Branemark trattò il suo primo paziente nel 1965. Oggi come allora, l’interesse per la salute di ogni paziente orienta le scelte terapeutiche, a discapito degli espedienti. Medici scrupolosi sposano questa linea di pensiero, ed è il motivo per cui Branemark integration AB rappresenta una soluzione ideale.
Branemark integrazione AB viene scelto per ottenere obiettivi di lungo periodo e a basso rischio, perché i nostri  impianti dentali sono destinati a rimanere nel cavo orale per il resto della vita.

 

FIXTURE BIOHELIX II
Il concetto base originale, il design e il protocolli di lavoro sono mantenuti.
(perché cambiare ciò che ha dimostrato di essere valido da decenni?)
Il design della  macrostruttura con pareti parallele è testata per offrire un contatto osseo e un impianto a lungo termine, e una distribuzione del carico ottimale.
L’esagono esterno originale è tuttora considerata la connessione più versatile, con la più ampia protesica e le maggiori opzioni cliniche sul mercato.
L’originale trattamento e protocollo chirurgico e protesico rimane, specialmente oggi con la diffusione  e il relativo fallimento di diverse soluzioni cliniche improvvisate, il solo modo per ottenere risultati prevedibili e di lungo periodo, caso dopo caso.
La superficie di contatto tra osso e BioHelix  dopo solo 8 settimane di convalescenza  è più forte dell’osso stesso.”Professor Thomsen, Gothenburg.

BioHelix Nano osteo integrazione.
Biohelix ha un trattamento  superficiale in ossido di titanio a livello di micro e nano scala create con una tecnologia laser di proprietà. Questa superficie “ruvida” offre vantaggi esclusivi:
Pulizia: la superficie Bio Helix è fatta aggiungendo solo luce; nessun acido, sabbia o altro sono utilizzati durante il processo. Questo significa che la chimica originale sulla superficie in ossido di titanio viene mantenuta.
Precisione: la superficie di BioHelix è modellata  con precisione laser dove più serve: negli avallamenti delle spire, dove normalmente è maggiore la ricrescita ossea.
Originale: la superficie originale è mantenuta sulla punta delle spire. E’anche mantenuta sui 2 mm della punta degli impianti, riducendo così il rischio di perimplantite.
Micro e Nano: la superficie del Bio Helix è texturizzata sia a livello micro e nano
L’unione tra le proprietà della superficie Bio Helix con il trattamento superficiale BRANEMARK, fornisce una nuova base per migliorare i risultati clinici e l’affidabilità di lungo periodo.
Il follow up post intervento nei  5 anni successivi mostra una percentuale di successo del 99,3%.

APEX – Conico direzionabile  con 5 bordi affilati
Il design conico Apex offre al clinico il controllo totale ed una elevata flessibilità nella tecnica chirurgica e nel raggiungimento di una stabilità primaria in tutte le tipologie ossee.  
Questo rende l’impianto Biohelix 2  l’impianto da scegliere per una osteotomia sottopreparata. 
I cinque bordi autotaglienti con superficie lavorata a macchina, offrono procedure di installazione molto affidabili, risultanti in un contatto osso/impianto ottimale. Una stabilità primaria ottimale e un contatto osso impianto sono requisiti importanti per una perfetta osteointegrazione.

Fixture BioHELIX II
Panoramica assortimento
La linea fixture BioHelixII si presenta in 3 diametri implantari e in 2 piattaforme protesiche.
I diametri del sistema Fixture sono 3,75 (R3.75) E 5,0 (R5.0) e usano la piattaforma protesica regolare da 4,1 mm. I diametri inferiori da 3,3 (N3,3) utilizzano la piattaforma protesica stretta (3,5 mm).
 
Compatibilità con i protocolli chirurgici Branemark ed altri, rende possibili agli utilizzatori esistenti di utilizzare immediatamente e beneficiare dell’assortimento Bio HelixII. 
Nuove caratteristiche Fixture Driver “Click and Drive”
Le caratteristiche del nuovo cacciavite  fixture Click and  Drive offre una funzione di inserimento estremamente stabile e sicura.
Una funzione meccanica tramite “click” assicura che la fixture non cada dal cacciavite  e la funzione “drive”,  che avvita  sia l’esagono interno che quello esterno,  offre la possibilità di dirigere la fixture e usare viti torques durante le procedure di installazione. 
L'interfaccia abutment Biobase in titanio di Branemark Integration AB offre la possibilità unica di angolare o modificare l'accesso della vite fino a 25 gradi. Questa innovazione permette la produzione di una protesica con canali di avvitaggio angolati, usando le tradizionali procedure e materiali di laboratorio, ma può essere usato anche con una corona fresata in titanio tramite cadcam, cromo cobalto o zirconia.
Il cilindro calcinabile biocast da Branemark Integration Ab offre la stessa possibilità basata su una tecnologia di calcinabili direttamente a livello impianto o a livello abutment.
Soluzioni innovative prevedibili
C è una crescente domanda di procedure di restauro che siano impiantate ma a costi sostenibili. Branemark integration AB ha sviluppato e brevettato concetti unici ed innovativi che offrono la possibilità di realizzare soluzioni impiantate in tutte le situazioni cliniche, persino nelle situazioni in cui la posizione dell’ impianto o l'angolazione non siano favorevoli.
I nuovi concetti di Branemark Integration AB chiamati Biobase, biocast e biotemp offrono la possibilità unica di angolare il foro di accesso della vite fino a 25 gradi, usando le normali attrezzature e procedure di laboratorio. Applicabile su impianti singoli o multipli, sia per restauri temporanei e definitivi.